Rimini sottovoce, di Alberto Cristofano
  Scandali silenziosi
 
Parlo della storica sede Inam o "della mutua", come la chiamano i riminesi, ovvero l'edificio dell'Asl sulla circonvallazione nei pressi del ponte di Tiberio, destinato alla demolizione, a quanto pare.

Alcuni anni fa, sono stati fatti lavori di ristrutturazione. Quanto è stato speso? Il governo riduce i finanziamenti per la Sanità, a Rimini si sprecano i soldi così? Prima i lavori, poi la demolizione. Credo che la situazione sia a dir poco scandalosa. Soprattutto nel presente contesto economico.
La demolizione della sede ex Inam è legata ad un altro "motore immobiliare". Sul "Sole-24 Ore" di domenica, è apparsa un'inchiesta riassunta in prima pagina da questo titolo (che dice già tutto): «IMMOBILI. In Italia privati in fuga dagli investimenti». Credo che anche a Rimini si debba discutere di questo aspetto che diventerà inevitabilmente fondamentale per ogni futura iniziativa da decidere a livello politico.

Rimini purtroppo sembra progettare il suo futuro senza conoscere i numeri dell'economia locale e globale. Si ipotizza uno sviluppo, non una recessione, con l'idea del cemento da colare dovunque. Ma gli esperti dimostrano che quella degli amministratori riminesi è un'illusione.

Ha scritto Domenico Siniscalco: "Non siamo alla fine del mondo. Quasi certamente siamo alla fine di un mondo". Ricordiamocene anche per il futuro di Rimini

Alberto Cristofano
Rimini
 
  Aujourd'hui sont déjà 78456 visitatori (172341 hits) Ici!  
 
Ce site web a été créé gratuitement avec Ma-page.fr. Tu veux aussi ton propre site web ?
S'inscrire gratuitement