Rimini sottovoce, di Alberto Cristofano
  Vigili Urbani
 

Lettera aperta al Comandante dei Vigili Urbani

Mi hanno raccontato questa storia. Una Cittadina comunitaria ferma la propria auto, per scaricare materiale di lavoro, sullo scivolo del marciapiede che sta davanti al negozio dove lavora: sono pochi passi da fare con un grosso pacco.
Arriva un Vigile Urbano, comincia a scrivere il verbale di contravvenzione al Codice della strada. La Cittadina comunitaria chiede lumi, per tutta risposta si becca una frase che suona: "Così impari e vai a casa tua".
La Cittadina comunitaria desidererebbe protestare al Comando, ma è presa di contropiede: altri colleghi del Vigile Urbano le contestano il rifiuto di fornire un documento di identificazione a richiesta del Vigile Urbano che aveva verbalizzato la contravvenzione. Tale richiesta però non era stata fatta alla Cittadina comunitaria.
Signor Comandante dei Vigili Urbani di Rimini, ci dica che non è vero nulla di questa storia che mi è stata riferita.

[Letterea pubblicata il 12 aprile 2011 su "Corriere Romagna"]

 
  Aujourd'hui sont déjà 78118 visitatori (171827 hits) Ici!  
 
Ce site web a été créé gratuitement avec Ma-page.fr. Tu veux aussi ton propre site web ?
S'inscrire gratuitement