Rimini sottovoce, di Alberto Cristofano
  Strani libri
 
Ho inviato al "Corriere Romagna" tempo fa (25.09) questa lettera pubblicata soltanto oggi (19.10), dopo un mio sollecito:

"Stefano Anelli, lo zio che a Rimini ha ucciso la nipote avvocata Monica, pubblicò tre libri, sotto mentite spoglie (firmandosi John Kleeves), presso una nota casa editrice "fascista" (absit iniuria verbis), "il Cerchio" di Rimini. Chi li pagati? Il partito comunista americano a cui Stefano Anelli, secondo Adolfo Morganti della stessa casa editrice, si era iscritto? Oppure qualche "servizio" italiano che può aver usato l'autore come proprio agente per scopi su cui si potrebbe ipotizzare a lungo? Non si pubblicano "privatamente" tanti libri se non si ha un ruolo da svolgere. Inoltre l'editore non poteva non conoscere la vera identità dell'ingegnere. Come (con assegni, in contanti...) sono stati pagati quei libri?".




Commenti su questa pagina:
Commento di Kunduz( d1shopoc-g.co.jp ), 16/02/2012, 12 12 39 (UTC):
Ummm, that all seems like ralley complicated, over my head, tongue in cheek, look at us;we're super smart, kind of theater. I'll stick to my mindless musicals and comedy stage productions, thank you.



Inserire un commento su questa pagina:
Il Suo nome:
Il Suo indirizzo e-mail:
La Sua Homepage:
Il Suo messaggio:

 
  Aujourd'hui sont déjà 52807 visitatori (128112 hits) Ici!  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=