Rimini sottovoce, di Alberto Cristofano
  Mentite spoglie
 

Testo pubblicato nel blog del direttore dell'Unità (25 settembre 2010).

A proposito di spioni. Ecco un "suggerimento" periferico per i vostro cronisti.
Stefano Anelli, lo zio che a Rimini ha ucciso la nipote avvocata Monica, pubblicò tre libri, sotto mentite spoglie (firmandosi John Kleeves), presso una nota casa editrice "fascista" (absit iniuria verbis), "il Cerchio" di Rimini. Chi li pagati? Il partito comunista americano a cui Stefano Anelli, secondo Adolfo Morganti (uomo molto vicino alla Curia di Rimini, con ruoli importanti in passato) responsabile della stessa casa editrice, si era iscritto? Oppure qualche "servizio" italiano che può aver usato l'autore come proprio agente per scopi su cui si potrebbe ipotizzare a lungo? Non si pubblicano "privatamente" tanti libri se non si ha un ruolo da svolgere. Inoltre l'editore non poteva non conoscere la vera identità dell'ingegnere. Come (con assegni, in contanti...) sono stati pagati quei libri?
Comunque ecco quanto sul sito del "Cerchio" si legge di due dei tre libri di Anelli. Il primo, "Vecchi trucchi. Le strategie e la prassi della politica estera americana", è così presentato: "Le strategie e la prassi della politica estera americana, dalle armi nucleari in Europa all’asservimento dell’America Latina, al traffico internazionale di droga. Dagli Stati Uniti, un saggio esplosivo e documentatissimo, provocatorio e spietato". Del secondo ("Sacrifici umani. Stati Uniti: i signori della guerra") si dice: "Le strategie e la prassi della politica estera americana, dalle armi nucleari in Europa all’asservimento dell’America Latina, al traffico internazionale di droga. Dagli Stati Uniti, un saggio esplosivo e documentatissimo, provocatorio e spietato".






Inserire un commento su questa pagina:
Il Suo nome:
Il Suo indirizzo e-mail:
La Sua Homepage:
Il Suo messaggio:

 
  Aujourd'hui sont déjà 52807 visitatori (128132 hits) Ici!  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=